mercoledì , 22 ottobre 2014
Breaking News

Retribuzione commisurata all’esperienza. Cioè? Mi date 180mila € l’anno?

Ecco una bella frase così stupida da lasciar intuire che il candidato sarà sottopagato.

Che significa retribuzione commisurata all’esperienza? E poi l’unità di misura qual’è?

Avrete un cazzo di budget, un range con un massimo che potete permettervi di spendere!

Proprio qualche giorno fa ho assistito ad una bella scenetta dove una Web Agency dozzinale presentava la propria azienda e informava la platea che cercavano un Senior Art Director con esperienza decennale. Un ascoltatore chiese delucidazioni sul compenso e la risposta fu: “Commisurata all’esperienza”. Cioè? Se io sono l’Art Director di Vanity Fair e prendo 180mila euro voi mi date la stessa cifra? Inoltre, l’esperienza l’avete detto voi che deve essere decennale, quindi già la conoscete.

Ancora peggio quando la “Tipologia di contratto è commisurata all’esperienza”. Cioè? Scusate ma se cercate un candidato con 10 anni di esperienza non è che ci siano molte alternative per l’inquadramento contrattuale.

Certo, probabilmente l’Art Director di Vanity Fair non andrà nella pseudo Web Agency per questione di brand, ma il principio di base errato rimane.

About Paolo Bruno

IT Architect, Big Data and HR Consultant, Blogger per professione, Social addicted per natura. Attualmente vivo diviso tra Milano e San Francisco.

Commenta per primo!

Scroll To Top