martedì , 23 maggio 2017

Radio DeeJay, Grandi da 30 anni. Un’emozione unica – Foto

Il più grande spettacolo dopo il big bang è stato quello di Radio DeeJay, Grandi da 30 Anni.

Un’apoteosi scenografica, un tripudio di colori, qualcosa di unico ed eccezionale.

Insieme a @Rosati_Luca ho avuto il piacere di assistere a tutto questo, 4 ore per viaggiare dal lontano 1982 ad oggi, la neve non ci ha fermato.

Il Mediolanum Forum è pieno, ospiti e spettatori ovunque, ecco che tutto diventa buio, sta per iniziare, luci di scena blu illuminano il palco, il logo di Radio DeeJay è ovunque. Il grattacielo 3D  si anima ed appare Albertino che recandosi alla consolle apre i festeggiamenti mentre la scenografia imponente lo eleva verso l’alto, al di sopra del pubblico, le luci e i flash lo avvolgono. Tutti sembrano ipnotizzati ed estasiati.

Ovviamente la qualità dei video è scadente, ho dovuto fare uno zoom 16x per raggiungere il palco 😀

Dopo qualche minuto la palla passa a Linus che, spalleggiato da La Pina e Diego, accolgono un’infinità di ospiti, DJ e collaboratori. Il primo è Gerry Scotti che Martedì 28 Settembre 1982 presenta la prima puntata parlata di Radio DeeJay, il tutto segue un filo logico partendo dagli anni 80 fino ad oggi, tra gag e momenti scenografici.

E’ il turno di Max Pezzali che anima il forum con i suoi più grandi successi. Immancabile “Hanno ucciso l’uomo ragno” e un inedito con Nikki in L’ultimo bicchiere.

“Da remoto” Galeazzi e Valentino Rossi con un video dalla Malesia; purtroppo per cause di forza maggiore mancavano Michelle Hunziker e Luciana Littizzetto.

Si susseguono Aldo, Giovanni e Giacomo, Platinette, Nicola Savino, Fabio Volo e Jovanotti, uno dei primi volti di DeeJay Television. Infiamma il Forum, commuove, emoziona, sprigiona l’energia dei presenti con le sue canzoni, raggiungendo il culmine con “Il più grande spettacolo dopo il Big Bang”. Linus lo riempie di complimenti e Jovanotti per ringraziarlo lo prende in braccio (un po’ a fatica :D).
Presente il Trio Medusa che non perde tempo nel prendere in giro il direttore simulando il notiziario del 1° Febbraio 1982 e Checco Zalone con il tormentone “Siamo una squadra fortissimi”.

Premiato da Dj Angelo, Dario Usuelli, direttore della programmazione musicale e l’unico presente da 30 anni nella Radio.

Ovazioni per Fiorello che dopo una breve parodia “Ariso e Morgano” con l’amico Baldini torna sul palcoscenico. E’ tra i più attesi, spiega come ci vuole poco per trasformare il ritmo di una canzone e intona varie hit parade, Puoi, Spiagge, San Martino (La nebbia agli irti colli). L’apice giunge quando Gerry, Jovanotti, Fiorello, Alba e Linus sono tutti sul palco, pronti ad accogliere Claudio Cecchetto che saluta e ringrazia tutti calorosamente: Gerry, “il numero 1 della tv italiana”, Max, “passato da ascoltatore a più ascoltato in radio”, Lorenzo, “venuto a Deejay come una palla di fuoco”, Fiorello, “il più bravo del mondo”, Linus e Albertino che “sono riusciti a confermare un lavoro e un progetto, nessuno al posto loro avrebbe potuto fare meglio”. Cecchetto visibilmente emozionato afferma che è il classico esempio in cui gli allievi hanno superato il Maestro. Baldini interviene dicendo che lui è il collante avendo chiesto soldi a tutti tranne che a Gerry.

Il tutto si conclude con un Deejay Time, un finale che ha dell’incredibile, Coccoluto, Joe T Vannelli, Molella, Albertino, Fargetta e Prezioso, tutti insieme sul palco a mixare.

Non c’è altro da aggiungere, fuori continua a nevicare e solo Radio DeeJay poteva regalarmi un big bang di emozioni pari a quelle che la mia amata può darmi.
Vi lascio con gli ultimi 30 minuti della festa.

Radio DeeJay – Grandi da 30 Anni from Paolo Bruno on Vimeo.

Qualche foto:

Altri ospiti della serata:

Club Dogo, Giuliano Palma, Giuliano Sangiorgi, Marco Mengoni, Victoria Cabello, Federica Paninucci, il Ranzani di Cantù, Elio e le Storie Tese, Amadeus, J-Ax, Renzo Rosso, Nina Zilli, Guido Bagatta, Ferrari, Biagio Antonacci, Marracash, Caterina Balivo, Filippa Lagerback, Daniele Bossari, Emeli Sandè, Guido Meda.

About Paolo Bruno

IT Architect e Presales Engineer. Condivido giornalmente su questo blog molte offerte di lavoro sia in Italia che all'estero.

Leggi anche ...

testata

Aste al ribasso per ottenere un lavoro. Sono troppi 600 euro/mese per un addetto stampa.

Egregi Dottori iscritti all’Ordine Nazionale dei Giornalisti, oggi vi propongo una fantastica offerta lavorativa, ove …

Commenta per primo!