martedì , 26 settembre 2017
Breaking News

Il sistema giusto per candidarsi.

A seconda dei casi è più utile un collegamento nella propria rete, un CV spedito con raccomandata in carta antichizzata, candidarsi via web, telefonare, presentarsi direttamente in azienda, fare un video, ballare la Polka, inviare una mail o un tweet… l’importante è trovare ed utilizzare il sistema più giusto di altri. Oggi abbiamo decine di strumenti e alternative per distinguerci, perché non usarli al momento giusto nel modo giusto?

Riporto due esempi per poi andare ad analizzare i punti in comune.

Esempio 1:



Alec Brownstein aveva la necessità di trovare lavoro nell’ambito Marketing e decise di utilizzare AdWords, strumento per le campagne pubblicitarie di Google

Chi non ha ma mai Googlato se stesso? Ancor di più lo fanno i CEO di importanti aziende o il loro ufficio marketing per monitorare lo stato dell’azienda sui motori di ricerca.

Alec ha acquistato una campagna pubblicitaria utilizzando come Key i normi di CEO di rinomate agenzie pubblicitarie, apparendo in questo modo come primo risultato con la frase: “Googlare te stesso è divertente ma lo è anche assumermi”.

I nomi erano:

  • David Droga
  • Tony Granger
  • Gerry Graf
  • Ian Reichenthal
  • Scott Vitrone

Ha fatto un colloquio con:

  • David Droga
  • Gerry Graf
  • Ian Reichenthal
  • Scott Vitrone

ha ricevuto due offerte di lavoro da Ian Reichenthal e Scott Vitrone ed ora lavora alla Y&R New York, il tutto è costato 6 dollari.

Esempio 2:

Questo esempio è tutto Italiano. Damiano Tescaro, lavora in Blizzard Entertainment a Cork, ma come ha ottenuto il lavoro?

Ha creato e diffuso un video nella speranza che Blizzard lo notasse, dopo qualche settimana riceve non solo una telefonata dalla Blizzard ma anche da Amazon.


Cosa hanno in comune queste due candidature?

Originalità a parte, hanno entrambi dimostrato concretamente le proprie capacità e cosa potevano realmente offrire direttamente nella fase di candidatura e presentazione del CV.

Analizziamo il primo caso:

  • Alec ha utilizzato uno strumento di Marketing per candidarsi, quale strumento migliore se non AdWords per dimostrare ad un’agenzia pubblicitaria la propria capacità di fare marketing e pubblicità?
  • Ha selezionato i nomi correttamente, “ha cercato persone e non un lavoro”, quando siamo alla ricerca di un lavoro in realtà cerchiamo persone che possano fornirci un’opportunità in qualche modo. Non ha usato i nomi delle HR o della Direttrice Marketing, ma dei CEO, tutti gli altri sono al di sotto, meri esecutori.

Analizziamo il secondo caso:

  • ha usato un Video (ovviamente per un’azienda che produce videogiochi è preferibile)
  • ha doppiato WoW, il gioco più famoso della Blizzard, con la sua voce in Italiano, dimostrando le sue capacità direttamente nel VideoCV e rispecchiando effettivamente la posizione da lui desiderata.
  • Si è presentato in Inglese dimostrando capacità linguistiche.
  • anche lui in questo caso ha utilizzato delle persone, gli utenti che hanno fornito viralità al video.

Entrambi hanno utilizzato lo strumento adatto, dubito avrebbero ottenuto gli stessi risultati presentando un CV Formato Europeo (magari in altri casi quest’ultimo potrebbe essere il sistema più giusto).

Come capire qual è il sistema corretto?

Studiate ed analizzate l’azienda, il settore, l’offerta di lavoro, le persone con le quali andrete ad interagire. Indagate. Cosa fa l’azienda? Che vantaggio ha l’azienda nell’assumervi? Portate sin da subito un esempio concreto.

Siete un sales e notate che l’azienda non ha referenti nella vostra zona? Proponetevi con un piano di business ed analisi.

Vi occupate di Marketing e indagando notate che l’azienda ha un problema di immagine sul web? Proponetevi dimostrando ciò che potete fare per migliorarla.

Volete lavorare in pasticceria? Fate recapitare una torta fatta da voi, non un CV di carta!

Dimostrate le vostre capacità direttamente nella fase di candidatura!

Se siete arrivati in fondo all’articolo, aggiungetemi su Linkedin e seguitemi su Twitter 😀

About Paolo Bruno

Nel mio blog scrivo delle mie esperienze personali e professionali, di tecnologia, recensioni ed opinioni, in modo concreto, diretto e senza fronzoli.

Leggi anche ...

Provo a chiarire la differenza tra Moderazione e Censura.

Quante volte vi è capitato di leggere commenti su blog, forum, gruppi di discussione del …

2 Commenti

  1. Ciao Paolo!! Molto interessante il tuo articolo, come del resto tutto il tuo blog che ho scoperto per caso oggi e che tornerò spesso a visitare! Complimenti! 🙂 Volevo condividere una storia recente simile a quelle da te citate e che ritengo altrettanto “ispiratrice”. Mi riferisco all’idea di un giovane copywriter spagnolo, disoccupato, che grazie a un video postato su Youtube e ad un sito creato ad hoc: (http://www.buscocurrodelomio.com) sfruttando i social network seguendo una tecnica chiamata “la teoria dei 6 gradi di separazione”, è riuscito a trovare lavoro presso una nota agenzia pubblicitaria, la DDB (Doyle Dane Bernbach). Sono tutte idee che si sono rivelate vincenti e che dimostrano davvero che l’inventiva, la creatività e la passione per la professione a cui si aspira può davvero fare la differenza! Grazie mille per i tuoi articoli! Un saluto e a presto!

Commenta per primo!