martedì , 23 maggio 2017

FBI chiude Megaupload e Megavideo. Danni per 500 Milioni di dollari.

I Maya sapevano tutto! E’ l’inizio della fine!

Poche ore fa l’FBI ha chiuso Megaupload.com e tutto il suo network, compreso Megavideo, mettendo sotto accusa tutta la compagnia per violazione del copyright e per pirateria, provocando la perdita di oltre 500 milioni di dollari a causa della condivisione di film, telefilm e altri contenuti.

megauploadLo stato di accusa è stato aperto dopo la presentazione delle due proposte del congresso che ostacolano la pirateria online – SOPA e PIPA – e dopo che milioni di siti web si sono auto-oscurati in segno di protesta, compresi Wikipedia, Google, WordPress e il mio blog (è mio e gli voglio tanto bene, quindi merita di stare insieme ai big 😀 )

Megaupload.com è il tredicesimo sito più famoso al mondo ed è stato confermato l’arresto di Kim Schmitz, suo fondatore.

Update ore 00:30: gli hacker non hanno perso tempo, l’operazione #OpMegaUpload è stata annunciata su Twitter. Alcuni, legati ad Anonymous, hanno reso irrangiungibili i siti del dipartimento di Giustizia staunitense, della casa discografica Universal, della Recording Industry Association of America (Riaa) e della Motion Picture Association of America (Mpaa).

Tutto ciò mi dà una sensazione di euforia 😀

Lascio un video in ricordo:

About Paolo Bruno

IT Architect e Presales Engineer. Condivido giornalmente su questo blog molte offerte di lavoro sia in Italia che all'estero.

Leggi anche ...

testata

Aste al ribasso per ottenere un lavoro. Sono troppi 600 euro/mese per un addetto stampa.

Egregi Dottori iscritti all’Ordine Nazionale dei Giornalisti, oggi vi propongo una fantastica offerta lavorativa, ove …

Commenta per primo!